Award #2018
Newsletter
Grazie per la partecipazione! Il vincitore verrà comunicato il 14.09.2018

CasaClima AWARDS 2018

CasaClima AWARDS - Premio del Pubblico è alla sua quinta edizione. I 20 progetti presentati in questa piattaforma sono gli edifici preselezionati dalla giuria tecnica in base alla capacità di ognuno di coniugare efficienza energetica e progettazione architettonica. ​
L'edificio selezionato dal maggior numero di utenti, é dichiarato vincitore del CasaClima Awards - Premio del Pubblico e stato premiato all’interno della cerimonia dei CasaClima AWARDS del 14 settembre 2018, presso il NOI Techpark a Bolzano.
Vi ringraziamo per la Vostra partecipazione!

Conferma i tuoi voti in fondo alla pagina

Condominio Viale Martiri del 1799

Nel compatto e ripetitivo tessuto urbano di questa porzione di Altamura, la disarticolazione del volume di un isolato in geometrie semplici, quasi sospese dal suolo, ne determina un’anomalia significativa.     Il dettag ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Condominio Viale Martiri del 1799
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima Gold
Committente:
Giordano Lorenzo & Figli Srl
Ubicazione:
Altamura (BA)
Progettazione architettonica:
Arch. Domenico Laborante e arch. Vincenzo Laborante
Progettazione impiantistica:
Ing. Biagio e Mariangela Laurieri - SIDI Ingegneria
Consulente energetico:
arch. Salvatore Paterno - arch. Antonio Stragapede
Info:
Nel compatto e ripetitivo tessuto urbano di questa porzione di Altamura, la disarticolazione del volume di un isolato in geometrie semplici, quasi sospese dal suolo, ne determina un’anomalia significativa.    
Il dettaglio decorativo lascia il posto all’essenzialità tecnica di una facciata a scala maggiore, risultato di un involucro che reagisce ai condizionamenti esterni: segue il perimetro dove necessario, si chiude dove l’intorno è invasivo, si arretra ed apre a creare profondità visiva e ad estendere l’unità abitativa in spazi all’aperto che fungono da buffer climatici, si distacca dal suolo dilatando lo spazio urbano pubblico, si protende a schermare le bucature più esposte.    
 
I miei voti: Non ancora votato

Casa T.

A Hofmannanger c'è la vecchia fattoria e questa nuova, appena costruita, stata inserita senza distruggere il paesaggio, integrata nell’ambiente senza modificarne  i tratti caratteristici. Pur mantenendo rigorosamente l ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Casa T.
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
S. T.
Ubicazione:
Sarentino (BZ)
Progettazione architettonica:
Arch. Heinrich Mutschlechner / Architekturkollektiv null17 - bis 2017 EM2 Architekten
Info:

A Hofmannanger c'è la vecchia fattoria e questa nuova, appena costruita, stata inserita senza distruggere il paesaggio, integrata nell’ambiente senza modificarne  i tratti caratteristici. Pur mantenendo rigorosamente la topografia esistente, il progetto è stato modellato dal paesaggio formatosi negli anni, nessun muro di sostegno tipico di San Martino, nessun terrazzo o giardino creato artificiosamente disturbano la topografia. Il volume cresce dal terreno  e sta nel paesaggio come se fosse sempre stato lì - come i vecchi fienili nel prato. Il progetto si interroga sull'ambiente intorno , la forma costruttiva si avvicina alla tipologia degli edifici circostanti senza imitarli. Il progetto riflette un rapporto equilibrato tra tradizione e innovazione.
Il legno contrasta con il calcestruzzo a vista gettato nelle casseforme di legno grezzo. Secondo il principio dell'uso locale dei materiali, l'intero fabbisogno di legno proviene dalla proprietà del committente:  tutto legno di pino cembro. È stato abbattuto  nella corretta fase lunare, tagliato a seconda delle necessità e dopo la lavorazione è stato nuovamente installato senza ulteriori  trattamenti all'interno e intorno alla casa, vicino alla zona dove era stato coltivato.
 
I miei voti: Non ancora votato

Appartment Windegg

L’imponente edificio ospitava la cantina vinicola collegata al vicino podere. Essendo uno dei pochi edifici a Caldaro a godere della vista del Lago di Caldaro, è stato trasformato in un signorile edificio residenziale. L ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Appartment Windegg
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima R
Committente:
J. B.
Ubicazione:
Caldaro (BZ)
Progettazione architettonica:
Arch. Dr. Horst Freissinger
Info:
L’imponente edificio ospitava la cantina vinicola collegata al vicino podere. Essendo uno dei pochi edifici a Caldaro a godere della vista del Lago di Caldaro, è stato trasformato in un signorile edificio residenziale. La facciata, le aperture delle finestre e l’intonaco storico sono stati conservati e l’involucro coibentato dall’interno con un intonaco altamente isolante. Particolare attenzione è stata posta alla riduzione dei ponti termici e alla cura con cui sono state rivestite le ampie pareti in pietra. Il tetto è di nuova costruzione nella sua forma attuale ed è isolato con pannelli in fibra di legno. Le terrazze incastonate nel tetto e due logge inserite nella facciata esposta a sud offrono una vista sul lago di Caldaro. Pavimenti in legno a pannelli radianti, ventilazione meccanica controllata e finestre con tripli vetri ed elementi ombreggianti regolabili individualmente consentono un passaggio graduale dall’estroversione con sole e lago all’introversione domestica degli ambienti. 
I miei voti: Non ancora votato

Centro socio-riabilitativo ed educativo diurno a Bagnaria Arsa

Il “Centro socio-riabilitativo ed educativo diurno a Bagnaria Arsa”, all’interno del “Lascito Dal Dan”, è il primo edificio a carattere sociale ad ottenere la certificazione “Casaclima R” in regione Friuli Venezia-Giulia ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Centro socio-riabilitativo ed educativo diurno a Bagnaria Arsa
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima R
Committente:
Comune di Bagnaria Arsa
Ubicazione:
Bagnaria Arsa (UD)
Progettazione architettonica:
Arch. Paolo Galante
Consulente energetico:
Ing. Mauro Cossalter
Info:
Il “Centro socio-riabilitativo ed educativo diurno a Bagnaria Arsa”, all’interno del “Lascito Dal Dan”, è il primo edificio a carattere sociale ad ottenere la certificazione “Casaclima R” in regione Friuli Venezia-Giulia.
Il restauro del fabbricato risalente al primo Ottocento, recuperando l’impianto compositivo e i materiali originali, ha consentito di dare nuova vita all’edificio ora utilizzato per scopi socio-assistenziali.
L’uso di nuovi materiali ecologici e l’adozione di accorgimenti costruttivi ha permesso di realizzare la struttura garantendo i migliori risultati energetici.

 
I miei voti: Non ancora votato

Scuola materna e asilo nido a Casanova

Edificio di forte identità compositiva inserito nella matrice urbanistica del quartiere Casanova, dove si concretizza come risorsa dalle valenze funzionali, ambientali e sociali. Gli aspetti architettonici e urbanistici ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Scuola materna e asilo nido a Casanova
Classe CasaClima/Certificazione:
KlimaHaus School
Committente:
Comune Bolzano
Ubicazione:
Bolzano
Progettazione architettonica:
Arch. Antonio D'Alessandro - Intera Srl.
Progettazione impiantistica:
Ing. G.Gangemi, Ing. C.Scanavini
Consulente energetico:
Geom. Massimo Cantini
Info:
Edificio di forte identità compositiva inserito nella matrice urbanistica del quartiere Casanova, dove si concretizza come risorsa dalle valenze funzionali, ambientali e sociali. Gli aspetti architettonici e urbanistici
di riferimento, valutati in forma di reciproca interazione, sono declinati dalla nuova architettura come variabili di qualità e efficienza insediativa per realizzare un progetto civico basato sulla combinazione di scelte costruttive e tecnologiche a basso impatto ambientale (uso del legno) e sull’articolazione dello spazio come luogo di crescita e di scambio. La sintesi interpretativa e la ricerca continua sono state fondamentali per la messa in atto di un’economia complessiva dell’intervento dalla fase progettuale alla sua gestione.



 
I miei voti: Non ancora votato

Casa delle associazioni culturali Scaleres

La nuova Casa delle Associazioni è diventata la sede per il coro della chiesa, per la banda musicale, per gli Schützen e per la biblioteca comunale e scolastica. Rappresenta, per la piccola comunità, un importante impuls ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Casa delle associazioni culturali Scaleres
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Comune di Varna
Ubicazione:
Scaleres (BZ)
Progettazione architettonica:
Studio Arch. Helmut Stifter + Arch. Angelika Bachmann / Studio CeZ Calderan Zanovello Architetti
Info:
La nuova Casa delle Associazioni è diventata la sede per il coro della chiesa, per la banda musicale, per gli Schützen e per la biblioteca comunale e scolastica. Rappresenta, per la piccola comunità, un importante impulso sociale e architettonico. Gli spazi sono organizzati in verticale nel piccolo edificio, in modo da garantire a tutti un utilizzo indisturbato. L’aula del coro si trova, simile a una tribuna, al primo piano ed è orientata verso la chiesa. La biblioteca si apre come una finestra verso il borgo e nel paesaggio. La sala prove a forma trapezoidale si trova sotto il cortile.
La coibentazione dell’involucro è rivestita con un intonaco di sabbia naturale, che rende l’edificio armoniosamente inserito nell’ambiente circostante.


 
I miei voti: Non ancora votato

Hotel Zallinger

L’idea del progetto Zallinger si basa sulla tipologia originale della malga alpina del 1850. A quel tempo il villaggio era costituito da una chiesa e 7 altri edifici tra abitazioni e stalle. Nel corso degli anni diversi ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Hotel Zallinger
Classe CasaClima/Certificazione:
KlimaHotel
Committente:
Burger Markus, Luisa Schenk
Ubicazione:
Alpe di Siusi, Castelrotto (BZ)
Progettazione architettonica:
noa* (network of architecture) Arch. Stefan Rier & Arch. Andreas Profanter & Arch. Anna Grandi & Marina Gousia
Consulente energetico:
consulente: Ing. Kurt Tröbinger
Info:
L’idea del progetto Zallinger si basa sulla tipologia originale della malga alpina del 1850. A quel tempo il villaggio era costituito da una chiesa e 7 altri edifici tra abitazioni e stalle. Nel corso degli anni diversi interventi puntuali hanno cambiato l’aspetto dell’intero Insieme. Il nuovo progetto cerca di salvare ciò che è stato perso nel processo e di preservare il carattere originale di un paesino di montagna. L’albergo e il fienile esistenti sono stati demoliti, ricostruiti e sostituiti con diversi volumi più piccoli. L’obiettivo era quello di integrare delicatamente il paesino alpino nella natura del patrimonio mondiale UNESCO delle Dolomiti. Questa nuova versione della malga dell’Alpe di Siusi è oggi un ClimaHotel Tre Stelle Superior composta da un edificio principale ristrutturato e circondato da sei chalet dalle omogenee facciate in legno. Gli chalet intorno all’hotel si inseriscono armoniosamente nel paesaggio e la costruzione a blockhaus assicura un aspetto uniforme. La storica chiesa ritorna elemento centrale del rinnovato borghetto alpino. Oltre alle 24 nuove camere sono stati creati anche uno spazio lounge-bar, un nuovo ristorante e una nuova reception all’ingresso. Inoltre all’aria benessere è stata ampliata con nuove sale relax e una sauna panoramica.
I miei voti: Non ancora votato

Casa Pertinger

Costruire nell'Insieme Nel bel mezzo di Rio di Pusteria si trova una vecchia casa di artigiani. Si tratta della casa di un calzolaio. Poggia sul vecchio muro del cimitero e forma con l’edificio adiacente l’ingresso al ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Casa Pertinger
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
W. P.
Ubicazione:
Rio di Pusteria (BZ)
Progettazione architettonica:
Forer - Unterpertinger Architetti
Info:
Costruire nell'Insieme

Nel bel mezzo di Rio di Pusteria si trova una vecchia casa di artigiani. Si tratta della casa di un calzolaio. Poggia sul vecchio muro del cimitero e forma con l’edificio adiacente l’ingresso alla vecchia strada commerciale “Katharina Lanz”. Sul retro il campanile della chiesa parrocchiale si erge come un amico importante e che dà forza. La semplice casa di ieri oggi non è più leggibile. Molti stili si sono succeduti nel corso degli anni.
Un nuovo edificio dovrebbe cercare di riscoprire la semplicità della casa dell’artigiano. Non solo la casa in sé è importante, ma la casa è parte di un armonioso “Insieme di case” che formano un vicolo ai piedi della chiesa. Lasciamo che la nuova casa cresca in questo Insieme. Continuiamo a costruire l'Insieme. Costruiamo oggi, nel rispetto di ieri. Il calzolaio è ancora nel villaggio. Così lui  oggi potrà ancora vivere e lavorare nel mezzo del paese.Speriamo di avere acceso così la miccia della speranza e che questa possa contagiare proficuamente il paese.

Tutela degli Insiemi: Normativa provinciale a salvaguardia della memoria architettonica e della qualità del territorio.
I miei voti: Non ancora votato

Casa Barbareschi

Edificio monofamiliare a bassissimo consumo energetico, realizzato secondo le “concezioni costruttive” più radicate nella zona della zona di Brescia; A dominare la struttura è un grande rigore estetico: linee rette marca ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Casa Barbareschi
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Fam. Barbareschi
Ubicazione:
Castelcovati
Progettazione architettonica:
Geom. Alessandro Barbareschi
Consulente energetico:
Geom. Alessandro Barbareschi
Info:
Edificio monofamiliare a bassissimo consumo energetico, realizzato secondo le “concezioni costruttive” più radicate nella zona della zona di Brescia; A dominare la struttura è un grande rigore estetico: linee rette marcate e assenza di qualsiasi elemento decorativo che possa disturbare l’ordine compositivo. I grandi sbalzi sono progettati in funzione di ottenere il massimo confort nella stagione estiva e apporti gratuiti in quella invernale. La presenza di un impianto solare e fotovoltaico con annessa batteria di accumulo uniti ad un pozzo domestico permettono all’edificio la quasi autosufficienza energetica. Una ventilazione meccanica con by-pass estivo si occupa della qualità dell’aria all’interno della struttura. 
I miei voti: Non ancora votato

Risanamento azienda artigianale

Un’antica attività artigianale ai margini del paese viene rivitalizzata e convertita in atelier + abitazione + produzione. Invece di demolire, gli architetti hanno deciso di conservare l’edificio esistente e aggiungervi ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Risanamento azienda artigianale
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima B
Committente:
H. S. & A. B.
Ubicazione:
Falzes (BZ)
Progettazione architettonica:
Studio Arch. Helmut Stifter + Arch. Angelika Bachmann
Info:
Un’antica attività artigianale ai margini del paese viene rivitalizzata e convertita in atelier + abitazione + produzione. Invece di demolire, gli architetti hanno deciso di conservare l’edificio esistente e aggiungervi due nuovi piani. Le parti esistenti e nuove dell'edificio saranno rivestite con pannelli di plexiglas trasparente e ondulato su tutti i piani. Oltre alla sua funzione energetica, questa seconda pelle protegge dalle intemperie la superficie grezza dell'isolamento della facciata in pannelli di fibra di legno. La facciata superiore crea una piacevole e diffusa luce diurna negli interni e gli elementi scorrevoli permettono di regolare il grado di introversione.
 
I miei voti: Non ancora votato

NOI Techpark

Come una sorta di monolite disteso nello stile del film di Stanley Kubrick Odissea nello spazio 2001, che si erge tra i monumenti esistenti della storia industriale, il nuovo edificio nero disegna il nuovo campus di rice ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
NOI Techpark
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Provincia Autonoma di Bolzano
Ubicazione:
Bolzano
Progettazione architettonica:
Chapman Taylor (Milan Studio), CL&AA (Claudio Lucchin & Architetti Associati), Geom. Andrea Cattacin
Progettazione impiantistica:
Progetto Strutture: Bergmeister Studio di Ingegneria Srl; Progetto Impianti: Manens Tifs; Progetto Restauri: Lares Srl; Carpenterie metalliche: Metall Ritten GmbH; Opere in legno: Damiani Holz&Ko AG; Progetto grafico: DOC Srl
Info:
Come una sorta di monolite disteso nello stile del film di Stanley Kubrick Odissea nello spazio 2001, che si erge tra i monumenti esistenti della storia industriale, il nuovo edificio nero disegna il nuovo campus di ricerca e innovazione del NOI Techpark di Bolzano Sud.  Il volume rivestito con pannelli in schiuma di alluminio – già sviluppati per l’industria degli armamenti - è sinonimo di intelligenza, che ha reso possibile l’evoluzione del capolavoro di Kubrick e rappresenta anche qualcosa di unico nel suo semplice linguaggio formale.
Nella sua essenza è affine ai vicini edifici razionalistici, che un tempo consumavano due terzi dell’energia elettrica dell’Alto Adige per la produzione di alluminio e ora si erge come un edificio a energia quasi zero a simbolo del nuovo, del claim, dell’innovazione, del Noi Techpark. Dettagli Intelligenti come l’ingegnosa geometria della facciata in alluminio, le lamelle per incanalare la luce o il free-cooling a risparmio energetico grazie all’effetto camino su più piani, riducono al minimo il consumo di energia, insieme all’automazione intelligente del controllo dell’edificio. Il sole, l’acqua del processo industriale presente in loco e il calore del teleriscaldamento proveniente dal termovalorizzatore forniscono, in modo sostenibile, quel poco che serve al “think tank” con i suoi 400 posti di lavoro. È un edificio che ha bisogno di tanta poca energia quanto buona ne diffonde.

 
I miei voti: Non ancora votato

La casa accanto al pino

Come un masso, la casa poggia su una collina morenica, accanto ad un vecchio pino. La forma poligonale, la costruzione del tetto a più falde, i muri in calcestruzzo bocciardato, i pavimenti in cemento levigato e l’intona ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
La casa accanto al pino
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
M. I.
Ubicazione:
Merano (BZ)
Progettazione architettonica:
Arch. Marlen Inderst
Info:
Come un masso, la casa poggia su una collina morenica, accanto ad un vecchio pino. La forma poligonale, la costruzione del tetto a più falde, i muri in calcestruzzo bocciardato, i pavimenti in cemento levigato e l’intonaco in calce e ciottolato rafforzano questa immagine. L’involucro edilizio è coibentato con un isolamento di canapa e finito con un intonaco traspirante. L’insolita planimetria genera spazi nuovi, attraenti. Una scala, finestre e pavimenti in rovere arricchiscono le superfici in pietra. Una pompa di calore ad aria è alimentata da un impianto fotovoltaico.   


 
I miei voti: Non ancora votato

Edificio plurifamiliare a Terranuova Bracciolini

Estetica, materiali e prestazioni si fondono e si confondono in questo edificio plurifamiliare destinato al mercato immobiliare. Il protocollo di certificazione CasaClima ha guidato la committenza e i progettisti verso q ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Edificio plurifamiliare a Terranuova Bracciolini
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Pino Costruzioni srl
Ubicazione:
Terranuova Bracciolini (AR)
Progettazione architettonica:
Arch. Alessio Agnoletti
Consulente energetico:
Arch. Claudio Lastrucci
Info:
Estetica, materiali e prestazioni si fondono e si confondono in questo edificio plurifamiliare destinato al mercato immobiliare. Il protocollo di certificazione CasaClima ha guidato la committenza e i progettisti verso questo ambizioso obiettivo. La specializzazione dell'involucro, gli impianti meccanici utilizzati, i materiali prestazionali hanno soddisfatto in maniera attenta la normativa sismica, le prestazioni termiche e gli standard di confort di tutte e cinque le unità immobiliari. L'acqua piovana ed i drenaggi di sottofondazione sono convogliati in una vasca di stoccaggio dimensionata ai consumi del verde condominiale. Gli elettrodomestici di ogni alloggio, la loro climatizzazione e ventilazione sono controllati da un sistema domotico che consente di raggiungere elevati livelli di salubrità e comfort interno. Il consumo di energia elettrica viene mitigato fortemente dall'integrazione di 5 impianti fotovoltaici presenti sul tetto. Il guscio è fortemente caratterizzato da una "pelle" che lo avvolge sui lati sud ed ovest. Elementi in tubolare di cotto per i parapetti uniti ad un sistema continuo di lamelle rigide orientabili, rendono dinamica la facciata sullo spazio pubblico offrendo infinite varianti sia di giorno che di notte. Finestre in essenza di cipresso con triplo vetro, terrazze con pavimento galleggiante in legno, rifiniture esterne ed interne in acciaio Corten naturale, cotto per le ringhiere ed i marcapiani, fondono contemporaneità e memoria nella ricerca di emozioni che rifuggano il richiamo delle varie "mode o tendenze".

 
I miei voti: Non ancora votato

Condominio Toggenburg

Il voluto aspetto di compattezza degli edifici si lega principalmente alla necessità di “sopportare” un futuro carico antropico ingente, determinato dalla presenza di 52 alloggi. Il “disordine” che queste situazioni abit ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Condominio Toggenburg
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Cooperativa Nuvola, Orchidea, Soleluna, Soreghina, Asia
Ubicazione:
Laives (BZ)
Progettazione architettonica:
Arch. Alessio Condotta
Info:
Il voluto aspetto di compattezza degli edifici si lega principalmente alla necessità di “sopportare” un futuro carico antropico ingente, determinato dalla presenza di 52 alloggi. Il “disordine” che queste situazioni abitative producono, viene limitato dalla composizione degli edifici stessi e dalle scelte formali adottate. Balconi in muratura piena, con piccoli inserti di parti vetrate e terrazze che avvolgono gli edifici, sono la composizione di facciate che, con l’equilibrato contrappunto di “pieni” e “vuoti”, rispondono in termini architettonici alle necessità di diversa distribuzione interna.
 
I miei voti: Non ancora votato

Biblioteca e laboratorio protetto

La nuova costruzione riprende le forme elementari di una casa tradizionale. Si integra senza interromperla nella sequenza e ritmo delle case a timpano disposte lungo la via del paese.  Non si è però rinunciato a segnalar ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Biblioteca e laboratorio protetto
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Comune San Martino in Passiria
Ubicazione:
San Martino in Passiria (BZ)
Progettazione architettonica:
CeZ Calderan Zanovello Architetti
Info:
La nuova costruzione riprende le forme elementari di una casa tradizionale. Si integra senza interromperla nella sequenza e ritmo delle case a timpano disposte lungo la via del paese.  Non si è però rinunciato a segnalare all’esterno la particolarità delle funzioni che ospiterà e la loro importanza nella vita del paese. Il principio compositivo e costruttivo che informa le case del paese - una solida, compatta massa muraria bianca intonacata relativamente chiusa, in basso, alla quale si contrappone in alto la scura filigrana dei tetti lignei - nel nuovo edificio viene capovolta. Un velario semitrasparente di slanciate lamelle in legno si dipana lungo tre lati del piano di appoggio della costruzione avvolgendo una sala a doppia altezza. La massa superiore sembra così essere sospesa su tre lati perché la logica statica della costruzione rimane nascosta dietro il velario.  La bipartizione formale del corpo edilizio in facciata corrisponde alla suddivisione interna delle funzioni. La nuova biblioteca è uno spazio a due piani che dall'ingresso al livello della
strada del paese raggiunge un piano seminterrato. Il piano terra della biblioteca è concepito come una galleria liberamente posta all’interno della sala a doppia altezza. Tra galleria e facciata viene lasciata aperta una fuga per permettere ai raggi solari di penetrare copiosi fino al piano sottostante. Nella parte massiva dell’edificio, ai due piani superiori sono alloggiati i laboratori protetti.  Al primo piano si trovano le due officine illuminate attraverso lucernari e per ognuna da una grande finestra che svela all'esterno le attività del centro.

 
I miei voti: Non ancora votato

Casa S.

La proprietà si trova ai margini di Corces ed è circondata da meleti situati in leggera pendenza. Il punto di partenza è stato un volume compatto intonacato in calce bianca, che , a seconda delle esigenze di utilizzazion ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Casa S.
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
K. S.
Ubicazione:
Silandro (BZ)
Progettazione architettonica:
Arch. Stephan Marx
Info:
La proprietà si trova ai margini di Corces ed è circondata da meleti situati in leggera pendenza. Il punto di partenza è stato un volume compatto intonacato in calce bianca, che , a seconda delle esigenze di utilizzazione, illuminazione e rispetto della privacy desiderata si adatta alle singole zone residenziali mediante mirate sottrazioni di volume. Questi incavi sono stati rivestiti, in contrasto, con legno o vetro, che penetrano anche all’interno. Questo gioco dal fuori al dentro è trasmesso anche all’elemento più importante, un setto in pietra naturale, alto come un camino, che divide l’intera struttura. Questi elementi conferiscono all'interno una stretta relazione con l'esterno e danno fluidità agli ambienti.
Fondamentalmente, la struttura non si inserisce nel luogo solo per la sua forma, ma anche per la scelta dei singoli materiali, rigorosamente locali: legno per il rivestimento proveniente dal bosco della frazione e una classica pietra naturale proveniente dal Monte Sole a Corces.


 
I miei voti: Non ancora votato

Centro di protezione civile Vandoies

Il terreno edificabile ha una pianta triangolare e un dislivello di 4,5 m. L'edificio del Centro di Protezione Civile si sviluppa quindi su due piani. In quello inferiore si trovano i locali dei Vigili del Fuoco, al pian ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Centro di protezione civile Vandoies
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Provincia Autonoma di Bolzano
Ubicazione:
Vandoies di Sotto (BZ)
Progettazione architettonica:
Progetto preliminare: Arch. Markus Lunz; Progetto definitivo e esecutivo: Arch. Wilfried Menz; Direzione dei lavori: Ing. Helfer Wolfgang - Arch. Wilfried Menz
Info:
Il terreno edificabile ha una pianta triangolare e un dislivello di 4,5 m. L'edificio del Centro di Protezione Civile si sviluppa quindi su due piani. In quello inferiore si trovano i locali dei Vigili del Fuoco, al piano superiore proprio sopra i locali dei pompieri, gli ambienti del Soccorso Alpino e i parcheggi delle due organizzazioni.
La forma del terreno e la posizione collinare sono state deliberatamente incluse nella pianificazione, in modo che il volume ospitato appaia solo in parte, dal momento che alcune parti dell'edificio sono disposte  nel sotterraneo. La durata e la facilità di manutenzione hanno giocato un ruolo decisivo nella scelta dei materiali e del rivestimento dell'edificio. Per questo i muri esterni del volume dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Alpino sono stati realizzati  in parte in calcestruzzo a vista di colore nero e in parte rivestiti in lamiera verde con suddivisioni orizzontali. Questi due materiali sono destinati a migliorare l’uso tecnico dell’edificio, mentre la composizione dei volumi dell’edificio ha il compito di inserirlo armoniosamente nel paesaggio circostante.

 
I miei voti: Non ancora votato

Casa Thöni

L’edificio è stato realizzato in una piccola area della zona di espansione. Una facciata di larice ruvida verniciata di grigio e che rispecchia le facciate in legno temprato dal tempo che passa dei fienili circostanti av ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Casa Thöni
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Ubicazione:
Burgisio - Malles (BZ)
Progettazione architettonica:
Geom. Peter Thöni
Info:
L’edificio è stato realizzato in una piccola area della zona di espansione. Una facciata di larice ruvida verniciata di grigio e che rispecchia le facciate in legno temprato dal tempo che passa dei fienili circostanti avvolge il corpo edilizio con il suo tetto a doppia falda e la struttura in laterizio e cemento armato. Il balcone del piano superiore forma una nicchia che aggiunge alle camere da letto uno spazio esterno riparato. Nello spazio interno sono usati in piena armonia tra loro legno vecchio, cemento a vista, pavimenti in resina con mobili e porte bocciardati e verniciati in nero. Il sistema SMART HOME integrato ottimizza riscaldamento, ombreggiamento, ventilazione, illuminazione e altro.
I miei voti: Non ancora votato

Villa iChiani

Villa iChiani è un edificio nZEB che nasce da un progetto di riqualificazione edilizia nel cuore del Salento, che ha saputo trasformare un semplice casolare senza alcun pregio particolare in una struttura ricettiva turis ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Villa iChiani
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima Gold
Committente:
M. Ruberti
Ubicazione:
Gagliano del Capo (LE)
Progettazione architettonica:
Arch. Gianfranco Marino
Consulente energetico:
Arch. Gianfranco Marino
Info:
Villa iChiani è un edificio nZEB che nasce da un progetto di riqualificazione edilizia nel cuore del Salento, che ha saputo trasformare un semplice casolare senza alcun pregio particolare in una struttura ricettiva turistica monofamiliare di successo.
Il lavoro ha implicato una progettazione e realizzazione assolutamente all’avanguardia che ha permesso a iChiani di essere il primo edificio CasaClima Gold nel Salento.
Il vero punto di forza del progetto è stata la rigenerazione dal punto di vista energetico e della sostenibilità ambientale che lo ha reso del tutto indipendente dalle fonti di energia fossile.
Obbiettivo raggiunto con l’utilizzo di materiali altamente performanti (isolamento termico in calcio silicato), protezione passiva dell’edificio, fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico), impianto domotico e di VMC.



 
I miei voti: Non ancora votato

Rifugio Vittorio Veneto al Sasso Nero

Il nuovo rifugio Vittorio Veneto al Sasso Nero si trova su 3.026m s.l.m. è concepita come una sorta di “pinnacolo" ad indicare, in modo impressionante agli alpinisti la strada da seguire, a 360 gradi. Le facciate, a for ...
KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards KlimaHaus Awards
Rifugio Vittorio Veneto al Sasso Nero
Classe CasaClima/Certificazione:
CasaClima A
Committente:
Provincia Autonoma di Bolzano
Ubicazione:
S. Giovanni/Valle Aurina (BZ)
Progettazione architettonica:
Studio Arch. Helmut Stifter + Arch. Angelika Bachmann
Info:
Il nuovo rifugio Vittorio Veneto al Sasso Nero si trova su 3.026m s.l.m. è concepita come una sorta di “pinnacolo" ad indicare, in modo impressionante agli alpinisti la strada da seguire, a 360 gradi.
Le facciate, a forma libera, sono progettate per appoggiarsi all’indietro o sporgere come se fossero spinte indietro o modellate nel tempo dal ghiacciaio o dal vento e dalle intemperie.
Il suo disegno e i materiali usati consentono al nuovo rifugio di fondersi con il terreno naturale   come un’irregolarità del paesaggio. Il vero “lusso” del rifugio è il panorama che spazia dagli Alti Tauri del Tirolo Orientale fino alla Marmolada delle Dolomiti.

 
I miei voti: Non ancora votato
Grazie. Lei ha già votato....
Preaload hidden Preaload hidden Preaload hidden Preaload hidden